La storia della fotografia: dagli albori ai giorni d'oggi. This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. A causa di questa manc… La nascita della fotografia Joseph Nicéphore Niépce Louis-Jacques-Mandé Daguerre Henry William Fox Talbot Hippolyte Bayard. La fotografia è una tecnica che permette di registrare un'immagine sfruttando le proprietà della luce. Un invenzione che stravolgerà il modo di concepire le immagini. La mostra propone un confronto tra fotografie e altre produzioni artistiche. We also use third-party cookies that help us analyze and understand how you use this website. Ma fortunatamente non fu così. Negli anni che vanno dal 1830 al 1850 la nascita della fotografia rappresentò un mutamento straordinario. Gli ultimi decenni hanno conosciuto un'enorme crescita di interesseper la fotografia artistica e per il ruolo sempre piú centrale che essasvolge all'interno dell'arte moderna e contemporanea. Fotografi esperti riescono a catturare immagini e farne dei veri capolavori. Tra i più accaniti detrattori della nuova arte c’è Baudelaire, che la considera un rifugio per pittori falliti, e disprezza il suo legame con la società industriale, forte dell’idea che l’arte non debba avere legami con l’industria. Tutto ciò, un tempo puramente utopico, diviene, grazie all’avvento della fotografia, un’immagine da catturare. It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website. By using our website, you agree to the use of our cookies. Negli ultimi anni mi sono molto appassionata alla fotografia ed è bello conoscere la storia di questa grande arte! Fotografia: 180 anni fa nasceva l'arte di scrivere con la luce. Non sapevo molto circa la nascita della macchina fotografica ma ho letto con piacere questo articolo visto che c’è sempre da imparare! Intorno al 1840 fu introdotto l’uso dell’obiettivo per macchine fotografiche che serviva e serve a mettere a fuoco l’immagine. Se siete curiosi e volete approfondire ulteriormente l’argomento e vedere alcuni modelli storici, guardatevi il video in cui troverete una bella collezione di macchine fotografiche d’epoca e macchine da ripresa cinematografica antiche. È anche vero che questa forma artistica ha molto a che fare con la classe borghese, classe dominante della società del XIX secolo che sentiva la necessità di You have entered an incorrect email address! Il termine Fotografia significa“scrivere con la luce” e, già nel suo nome, porta in sé qualcosa di mistico e magico. I primi fotografi di viaggio dovettero trasportare l'ingombrante attrezzatura necessaria alla produzione di immagini con i primitivi procedimenti al collodio umido. La fotografia diventa uno strumento molto potente per conoscere il mondo. Finalmente il ritratto corrisponderà al vero senza che vi sia più l’intervento e la personalizzazione della mano di un pittore.  Le macchine fotografiche dei primi dell’800 si diversificavano molto da quelle recenti. La fotografia nasce in tempi recenti intorno al 1830. I dagherrotipi venivano realizzati su lastre  di latta preparate con una soluzione di cloruro di argento. La capacità della fotografia di ritrarre perfettamente la realtà attrae sia chi ne riconosce il valore estetico, sia chi la considera soltanto un processo meccanico. Grazie a quest'arte i costi e i tempi per effettuare un ritratto calarono drasticamente. La fotografia è una tecnica di produzione d'immagini, ottenuta grazie ad un'azione chimica esercitata dalla luce o da altre forme d'energia. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com. Interviste ai personaggi rilevanti, affermati ed emergenti, in ambito creativo-culturale. Sezione di blog con racconti e confessioni. Si trattava di grossi apparecchi simili a delle scatole, realizzate in legno e montate su dei treppiedi. ): una lastra ricoperta d’argento che, espost… La storia della fotografia: nascita ed evoluzione, NOTIZIE IN VETRINA MAG DI MARA MENCARELLI. Le fotografie dell’epoca si chiamavano dagherrotipi, il nome deriva da Louis Daguerre, considerato l’ideatore del processo fotografico. Fotografando si può documentare, sperimentare, ricordare. Si pensò che la pittura, grazie all’avvento della fotografia, si sarebbe persa nel tempo. Si ha così la nascita della fotografia. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Out of these cookies, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are as essential for the working of basic functionalities of the website. Felic… Anche io giravo con minolta e rotolini… tutto un altro modo di scattare. La storia della fotografia è stata un crescendo di scoperte ed innovazioni. Più o meno nello stesso periodo, le lastre di latta introdotte da Daguerre per imprimere l’immagine, furono sostituite da carta. Capitolo 2: la nascita della fotografia. Creare contenuti di qualità richiede molto lavoro. La fotografia ha una data di nascita “ufficiale”: 9 luglio 1839 quando al procedimento fotografico di Louis Jacque Mandè Daguerre (1787- 1851), scenografo e creatore di diorami, viene concesso il brevetto dall’Accademia delle Scienze di Parigi. Sul fronte opposto operavano fotografi straordinari, come Stiegliz, Arning, Misonne, Proessdorf, Perscheid, Job, Hudson White, Kaesebier. Se cento anni fa possedere una macchina fotografica era una rarità, oggi non andiamo praticamente da nessuna parte senza una fotocamera digitale. La fotografia divenne strumento inseparabile del viaggiatore e del giornalista, che la utilizzò per divulgare gli eventi e i luoghi meno accessibili. La fotografia, letta con sguardo ampio, contiene una grande lezione. Interviste ai personaggi rilevanti, affermati ed emergenti, in ambito creativo-culturale. Nasce così il Dagherrotipo (1839-1860 ca. La traccia A prevede interviste con materiali audiovisivi autoprodotti. Storia della fotografia – Fotografia come Arte f/64 32. Storia della fotografia – Fotografia come Arte f/64 31. Come ritoccare e risistemare vecchie foto rovinate, Ma quanto erano e sono belle le prime macchine fotografiche….. Purtroppo l’innovazione e la tecnologia del digitale ha rimosso tutto, Certo che la fotografia ne ha fatta di strada ed è migliorata moltissimo, però gli scatti delle vecchie macchine fotografiche hanno tutta un altra magia. Mi ricordo ancora quando tornavo dai viaggi con i rotolini in valigia e senza sapere se le foto erano venute o meno! Necessary cookies are absolutely essential for the website to function properly. La fotografia nasce in tempi recenti intorno al 1830. Sotto il nome di celluloide si racchiudono una serie di sostanza plastiche inventate tra il 1863 e il 1868 da John Wesley Hyatt. La fotografia è una forma d’arte molto più giovane rispetto alle arti classiche (pittura, scultura, letteratura, architettura, musica, ecc) ed in questo senso ha ancora tanta strada da percorrere. Mi piace un sacco fare le foto e conoscere com’è nata quest’arte è una buona cosa. Dalla sua nascita, nel 1839, la fotografia si pone come fenomeno di massa all’interno della società dell”800, tanto da generare immediatamente un dualismo con la pittura, all’interno del quale si inserisce Felix Nadar. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. In linea con il GDPR questo sito utilizza cooki'es per migliorare la tua esperienza d'uso. La storia della fotografia descrive le vicende che portarono alla realizzazione di uno strumento capace di registrare il mondo circostante grazie all’effetto della luce. L’intensa esposizione “Arte e arti. Ingres fece largo uso della f… La fotografia subirà un ulteriore innovamento e stravolgimento attraverso l’avvento della fotografia digitale. La storia della fotografia comprende un periodo che va dalla sua invenzione,- intesa come invenzione della tecnica o insieme di tecniche relative alla riproduzione di una immagine stabile, fissata su supporto materiale attraverso l'agire diretto, o mediato in vario modo, della luce- alle attuali tendenze, che fanno anche ampiamente uso delle tecnologie digitali che consentono la registrazione diretta su supporto … Gli anni giovanili in cui svolge l’attività di caricaturista lo aiutano a sviluppare una attenzione per tutto ciò che riguarda l’essere umano, sembra fisiologico, quindi, l’approdo alla fotografia come ritrattista, che avviene nel 1855. La prima fotocamera digitale è nata in tempi recenti nel 1981 ed era una Sony Mavica FD5. Sempre interessante conoscere le origini di un’Invenzione che ci cambia la vita. Per rendersene conto basta leggere queste sue parole a riguardo: “la fotografia è una scoperta meravigliosa, una scienza che occupa le intelligenze più elevate, la cui applicazione è alla portata dell’ultimo imbecille, ma c’è in essa qualcosa che non si impara: è il sentimento della luce, e ciò che si impara ancora meno è la comprensione morale del soggetto, è il lato psicologico della fotografia.”. -come forma d’arte. Un invenzione che stravolgerà il modo di concepire le immagini. Blogger, webeditor, freelance. "Una fotografia è un frammento di tempo che non tornerà" Martine Frank Arte praticata da molti italiani, la fotografia è ormai accessibile a tutti grazie ai numerosi dispositivi digitali disponibili sul mercato. In breve tempo darà un volto alle menti più brillanti della Parigi di metà 800, dal suo studio a Boulevard des Capucines passeranno, tra gli altri, Hugo, Bakunin, Dumas, Verne, Rossini, Manet, Delacroix, Kropotkin e Baudelaire (nonostante la sua aperta avversione verso la fotografia!). I primi reportage nacquero già nel 1855, quando Roger Fenton trasportò sui campi di battaglia della Crimea un carro trainato da cavalli con tutto l'occorrente per la preparazione e lo sviluppo delle lastre di vetro. Nadar è quindi profondamente rivoluzionario nell’atto del guardare, che non ha più una funzione esclusivamente documentaristica ma assume una sua poetica. È questa la vera natura della fotografia. Da allora la fotografia ne ha fatta di strada e, con essa, gli apparecchi fotografici, gli smartphone, lo sviluppo di tecnologie e nuovi obiettivi nonché di programmi di foto editing come illustrator e photoshop in grado di offrire esperienze artistiche e prodotti di grande rilievo. Storia della fotografia – Fotografia come Arte FOTOREPORTER Tra le due guerre mondiali si afferma la figura del Nascita della fotocamera automatica LEICA 34. But opting out of some of these cookies may have an effect on your browsing experience. The Walkman Magazine è un progetto dell'Associazione Culturale, Login to add posts to your read later list. You also have the option to opt-out of these cookies. These cookies will be stored in your browser only with your consent. - La storia della cultura di questi ultimi centocinquant'anni è connotata dalla coinvolgente presenza della f., come scienza e come arte, nei settori più diversi, dove è stata applicata fin dall'anno della sua invenzione. These cookies do not store any personal information. Le prime teorie a riguardo furono formulate già ai tempi di Aristotele con il concetto di proiezione della luce o il concetto di camera oscura coniato da Giovanni Keplero, ma possiamo dire che la fotografia per come la conosciamo noi oggi nasce nei primi anni dell’800 grazie a un chimico dell’epoca, Joseph Nicéphore Niépce (1765-1… Foto, fotografie e successivamente video, hanno rivoluzionato il mondo in epoca recente. Facilita la comprensione di come l’ Ottocento fu rivoluzionario. io amo molto fotografare anche se non ho una macchina professionale, la storia la conoscevo essendo appassionata ma è sempre bello rileggerla. Prima di perfezionare la tua tecnica fotografica, potrebbe essere interessante per te fare una full immersion nella storia di questa arte molto particolare. Artisti emergenti, realtà in divenire che si imporranno nel futuro. Nel 1888 la fotografia diventa ancora più facile ed economica, perché l’americano George Eastman inventa la prima macchina fotografica portatile, la “Kodak”. (XV, p. 782; App. ... L’arte dell’incisione, che consiste nel moltiplicare, attraverso la riproduzione, queste figure Secondo, la fotografia restituiva particolari che l’occhio umano non riusciva a percepire. Nel 1887 Hannibal Williston Goodwin, pastore episcopaliano, ne brevettò l’impiego per uso fotografico. Ma anche del suo rapporto con altre forme di “riproduzione”. Non si può definire una data e un inventore specifico della fotografia, perché è un avvenimento che si è evoluto nel corso dei secoli, preparato da intuizioni diverse, da ricerche e conferme. Informativa estesa sui Cookies Privacy e GDPR, La storia della fotografia: nascita ed evoluzione di questa nuova arte, L’introduzione degli obiettivi fotografici, Facebook ads attirano i clienti e ridimensionano la tua attivitÃ, Miglior VPN economica: quale provider conviene scegliere, Droni professionali e droni giocattolo le nuove normative, Scopri come i tuoi dati vengono elaborati, MODES di Leonardo Carpinteri: luxury brand donna, uomo e bambini, Macchie cioccolato e Coca cola come toglierle dai tessuti, Mobile Tv Shabby come scegliere quello giusto, Icone di stile femminili anni 60 – 70: 6 donne importanti, Glam Rock cosa indossare nello stile delle star, Dandy Style come vestire un’abbigliamento Dandy uomo – donna, Come scegliere lo zerbino perfetto per casa, Tavolini Ikea da salotto, Maisons du Monde tavolo, modelli, LETTERATURA, CULTURA, POESIE E RACCONTI, STORIA E COSTUMI, Unicorno mitologia e storia, disegno da colorare, Nel 1895 (altre fonti 1907) va ricordato un altro evento importantissimo per la. Joseph Nicéphore Niépce •Eliografia (scrittura del sole). Foto di proproetà di notizie in vetrina ed alcune dei rispettivi proprietari. Si trattava dell’introduzione di carta sensibilizzata con collodio, ossia una gelatina specifica, e sali d’argento. Molto interessante questo articolo. Elencando le motivazioni che hanno spinto tanti a screditare la fotografia come arte e che ancora oggi risultano nodi intorno ai quali il mercato si trova a girare, non si può non citare la riproducibilità. La storia spesso si ripete, pur con piccole variazioni, per farsi portatrice di messaggi da leggere e fare propri nel momento presente. Parigi è al centro di questa disputa sul valore dell’arte fotografica e la figura più rilevante in questi decenni è Felix Nadar. © Notizie in vetrina ©2012 2020 Tutti i diritti riservati. L’apparecchio utilizzava un floppy per memoria mentre le immagini prodotte avevano una risoluzione di 570 X 490 Pixel. La fotografia d’arte. I primi utilizzi che si fecero della fotografia erano destinati al ritratto in bianco e nero. Un volto, una macchina che passa veloce, scorci di natura e paesaggi, opere d’arte, o magari la foto di un compleanno nel momento di spegnere le candeline della torta. Anche quei pittori che avevano messo in dubbio il suo valore come opera d’arte, non esitarono a servirsene per il proprio lavoro. La prima foto fu eseguita da Niépce, che dopo un’esposizione di ben otto ore riuscì a fotografare ciò che si vedeva dalla finestra del suo studio. La fotografia rappresenta la possibilità di fermare il tempo, cogliere l’attimo, essere testimoni fedeli di una situazione, e mantenerla nel tempo. Una vera rivoluzione nel campo fotografico che rese possibile anche la nascita delle prime pellicole per la  cinematografia. L’avvento della fotografia contribuì a liberare la pittura dalla necessità di imitazione della realtà, offrendo così la possibilità di sviluppo di movimenti di avanguardia quali futurismo, espressionismo, cubismo e … Adolphe- Eugène Disdéri, “Carte de visite” della principessa Gabrielle Bonaparte, 1862 circa, Austin (Texas), Gernsheim Collection. Una analisi più imparziale è quella del filosofo tedesco Walter Benjamin, che afferma che “era già stato sprecato molto acume per dirimere la questione se la fotografia fosse un’arte, ma senza che ci si fosse posta la domanda preliminare: e cioè, se attraverso la scoperta della fotografia non si fosse modificato il carattere complessivo dell’arte”. Autoproduzione di materiale da parte della redazione di The Walkman. Breve storia della fotografia. Un click, un semplice click è tutto ciò che si ha di fronte viene magicamente immortalato. Storia della fotografia – Fotografia come Arte f/64 33. Questa soluzione ha permesso in futuro di ridurre di molto il tempo di esposizione, anche se in questa fase la fotografia vera e propria ancora non esisteva, doveva ancora essere inventato un procedimento che catturasse quell’immagine creata all’interno della camera oscura. Quanto può influire un’invenzione tecnica sul modo in cui guardiamo il mondo? Sul piano filosofico-culturale, si vede la nascita della fotografia come collegata ad alcuni temi conduttori del pensiero illuminista e del pensiero positivista. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Any cookies that may not be particularly necessary for the website to function and is used specifically to collect user personal data via analytics, ads, other embedded contents are termed as non-necessary cookies. Si tratta infatti, se pur di due forme d’arte, di due correnti artistiche molto diverse tra di loro. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Pensiamoci un attimo: riuscire a fermare il tempo, rendere immortale un attimo qualunque delle nostre vite, raccontare delle storie attraverso immagini, indagare la realtà e tutto ciò che ci circonda. Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment. Oggi viviamo dando quasi per scontato tutto questo, saturi di un mondo virtu… La laurea in Architettura mi ha formato come fotografo, mi piace il cinema di Godard e mi manca Marco Pantani. La parola fotografia deriva dal greco antico ed è composta da due termini: phôs (luce) e graphè(scrittura o disegno), possiamo dunque riassumere il termine fotografia come “scrittura di luce”. Il procedimento richiedeva dei tempi di esposizione molto lunghi. II, I, p. 963; III, I, p. 663; IV, I, p. 842) Storia della fotografia. Vietata la copia anche parziale dei testi. Inizia a fotografare i suoi amici e da qui inizia il suo successo, Nadar ha l’innata capacità di mettersi in relazione con i suoi soggetti e di far riaffiorare le loro personalità, questo lo porta a realizzare una lunghissima serie di ritratti che non sono una semplice documentazione del reale, ma contribuiscono ad elevare la fotografia al rango di arte vera e propria. Nel tempo, lo sviluppo della tecnica fu rivolto al miglioramento dell’apparecchio fotografico e dei materiali da usare.  L’intuizione di Daguerre proviene però dall’uso precedente di alcune tecniche di impressione  che si ebbero nei primi dell’ottocento ad opera dell’Inglese Thomas Wedgwood, un ceramista  che sperimentò la tecnica del nitrato d’argento e che si accorse che all’interno di oggetti in ceramica in cui venivano posti dei fogli, dove la luce colpiva il foglio lo anneriva mentre, le zone coperte rimanevano chiare. In questo libro,David Bate presenta le principali questioni legate alla fotografia, dall'epocadella sua invenzione nell'Ottocento fino ai giorni nostri. Di questo tema si occupava già Walter Benjamin nel saggio del 1936 “L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica” Secondo Benjamin, tecniche come il cinema, il fonografo o la fotografia rendono non più applicabile la concezione tradizionale di “autenticità” dell’opera d’arte. Mini corso di storia della fotografia. Il rapporto fra arte e fotografia si fa più stretto con l’affermarsi della pittura impressionista. Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. Pittura, grafica e fotografia nell’Ottocento” ripercorre le tappe di questa invenzione. L'invenzione della fotografia si fa risalire agli esperimenti di Joseph Nicèphore Niepce (1765 -1833), che col fratello Claude cercava di fermare l'immagine di una camera oscura mantenendo il risultato nel tempo. Impegnati nello sviluppo dei canoni di un’arte integralmente nuova, essi si ispirarono alla pittura impressionista per definire le inquadrature e le modalità di composizione delle immagini. Ma le immagini non si stabilizzavano e perdevano rapidamente il contrasto.  Con Deguerre fu perfezionata tale tecnica. Tutto questo servì ad ottenere dei tempi di posa molto più bassi e delle foto migliori. L’uso di questo nuovo materiale segnò la svolta vera e propria della fotografia ed inaugurò la fotografia moderna. Ma oltre a Louis Daguerre la fotografia ha almeno altri due padri: Joseph Niépce e William Talbot.Come abbiamo detto infatti la fotografia viene ufficializzata nel 1839, ma la prima fotografia che si conosce è datata 1826 e fu realizzata dall’appena citato Joseph Niépce. Artisti affermati, realtà di riferimento per la nostra generazione. La fotografia d'arte vera e propria, viene chiamata anche fotografia di ricerca e ha inizio in Italia verso la fine degli anni '60. Un volto, una macchina che passa veloce, scorci di natura e paesaggi, opere d’arte,  o magari la foto di un compleanno nel momento di spegnere le candeline della torta. Infatti, la persona che veniva fotografata, doveva rimanere  per circa quattro cinque minuti ferma d’avanti alla macchina fotografica, questo, per dar modo all’immagine di imprimersi sulla piastra. La prima illustrazione della camera oscura, però, è a opera del matematico e astronomo olandese Rainer Frisius, che la utilizzò per l'osservazione degli astri e in particolare delle eclissi di sole, come quella del 21 dicembre 1544. Sono stati proprio i dadaisti a servirsi della fotografia per fare arte : la fotografia è un mezzo moderno, al passo con le esigenze attuali ad accessibile a tutti, adatta inoltre ad annullare la tradizionale immagine dell'artista come genio isolato, irraggiungibile dell'uomo comune. Prima di tutto con essa non avevano più bisogno di avere davanti a sé una persona in carne e ossa per eseguirne il ritratto, in questo modo si risparmiava anche sui tempi di posa dei modelli. Il 7 gennaio 1839 veniva presentata all'Académie des Sciences il dagherrotipo, prima tecnica fotografica della storia La svolta della fotografia avvenne verso la fine dell’800 grazie alla nascita delle pellicole in celluloide. Il suo socio, e vero “scienziato”, Joseph Nicéphore Niepce (1765-1833), che già negli anni venti aveva prodotto diverse eliografie, muore prima di vedere questo riconoscimento. La parola, che fu usata per la prima volta dall'astronomo John Herschel nel 1839, deriva dalla combinazione di due termini greci che indicano "luce" e "scrivere". La fotografia è stata, fin dai suoi primi passi, un mezzo amatissimo. La traccia B prevede interviste scritte. Il tempo ciclico dell’arte, dalla nascita della fotografia di ritratto ai selfie. Nascita della fotografia e primi studi fotografici Nonostante questo, fin dai primi anni di vita, la fotografia affiancò la pittura diventando parte integrante del lavoro di un ritrattista. La nascita della Fotografia Andrea Cocca 8 Cosa è accaduto alla pittura e alla scultur…