Il libro si legge benissimo pur non essendo banale o scontato. Ho acquistato "La lingua salvata" perché amo le autobiografie, e da questa sono stata rapita, leggendola in soli due giorni. Con la sua prosa limpida, tesa, vibrante in tutti i particolari, Canetti è qui risalito ai suoi ricordi più remoti, cercando di ritrovare nella propria vita quella difficile verità che solo il racconto può dare. potrebbe essere il libro giusto quando rientro in italia! La mamma accompagna il piccolo Elias nella sua scoperta della letteratura, facendogli capire le cose in modo già adulto, con un rigore morale ineccepibile e proiettato verso l’esterno, la comprensione del mondo e degli altri. La fanciullezza del nostro scrittore è stata anche sfiorata dall’antisemitismo, ma in un modo assai manierato, i compagni lo trovano saccente e spocchioso e lo attaccano dove ritengono essere il suo punto debole. La lingua dell'amore. Non ha esitato a ordinare con grazia ogni particella del suo ieri ricchissimo, i viaggi, le aristocratiche stanze delle sue prime percezioni, la solerzia delle governanti, i libri, già tanti precocemente e molti di questi regalatigli con fierezza dal padre, che poi Elias perderà a otto anni (e forse è in questa radice orfana l'avversione di Canetti per la morte, che egli detesterà attraversandola con tagliente lucidità fino alla fine dei suoi giorni). “la lingua salvata” ancora non l`ho letto, ma è pronto in bella vista sulla libreria. Facilmente la famiglia ebrea di Canetti avrebbe potuto inculcare i riti e le credenze proprie della religione nell’educazione del bimbo, ma la fermezza della madre ha imposto un modello totalmente laico – e questo è un punto ancora attualissimo nel nostro Paese – Canetti nel suo narrare dimostra come la mente deve essere libera e stimolata ad aprirsi a tutto tondo senza intralci di fanatismi o credenze. Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Incipit La Lingua Salvata. Elias Canetti. Tanti piccoli capitoli rendono il libro leggero e scorrevole, una lettura fluida. Studierà al … Canetti ripercorre gli anni della sua adolescenza in giro per le grandi (o piccole) città europee e, con un impianto a volte tra il cronachistico e il memorialistico, ci lascia una spaccato sì della sua esperienza, ma anche dell'Europa dell'epoca e di conseguenza delle vite che la abitavano. La lingua salvata. Il prodotto scelto non è al momento disponibile per la vendita. Imprese di Milano 12252360156 - R.E.A. Ho acquistato "La lingua salvata" perché amo le autobiografie, e da questa sono stata rapita, leggendola in soli due giorni. La lingua che può salvare la vita, come nell'episodio dell'attentato sventato sulla nave, le diciassette lingue parlate dal nonno, istrionico millantatore, la lingua crudelmente soffocata nella stenografia, e la lingua antica e di confine, scomparsa e riapparsa magicamente per un istante sulle labbra di una contadina delle valli svizzere. diegod56 ha detto: 31 luglio 2012 alle 12:53. ottimo redpoz, ovviamente il mio piccolo parere è una goccia nel mare di apprezzamenti autorevoli sul canetti. Spazio consumatori, Libri in inglese a disponibilità immediata, MATTEL: Barbie, Hot Wheels e Fisher-Price, Agenda dei lettori Feltrinelli a prezzo speciale. {{addToCartResponse.SelectedProduct.Contributors}} Su tutto e tutti domina la magnifica figura della madre del narratore, donna passionale e ipersensibile, convinta umanista, colta e pacifista, che raccoglie in sé tutti i valori positivi alla base della cultura europea, di ieri e di oggi. Riflessioni e ricordi, situazioni e contesti, portano il lettore a vivere la vita di Canetti bambino, ma anche quella dell'autore Premio Nobel per la Letteratura. Storia di una giovinezza di Elias Canetti (edito Adelphi) è un classico contemporaneo da avere in libreria. Elias Canetti descrive i rituali e la vita di un "bel tempo antico", in un mondo che ancora non aveva scoperto le devastazioni delle guerre mondiali. Milano 1542508 - P.IVA 12252360156 - Capitale Questa biografia offre uno spaccato della cultura Mitteleuropea del primo Novecento, molto interessante per il fervore intellettuale; l'autore ha modo di viaggiare e vivere in diverse città europee, e ne evidenzia le differenze sociali e culturali. Eppure ora che l’ho riletto, mi ha deluso: lo stile scrittura mi sembra sorpassato, la storia (forse perché a me già nota) non mi ha dato nulla di più di quanto avevo avuto nella prima lettura. {{addToCartResponse.SelectedProduct.MediaType}} Assolutamente da leggere. Questo libro è molto interessante non tanto perché ci fa conoscere gli anni giovanili dell'autore, che pure vengono presentati con colore e calore, ma soprattutto perché ci offre uno spaccato denso e affascinante della vita nei primi anni del Novecento in tutta Europa, dalla periferica Bulgaria, al dinamico Regno Unito, dalla sfavillante Vienna imperiale, alla placida Zurigo del primo dopoguerra. Le aspirazioni represse dei genitori diventano uno dei temi chiave dell'opera, quasi una molla in tensione pronta a saltare, che si rivelerà nel corso dell'opera distruttiva in ambito familiare. In ogni caso rimane un grande classico della letteratura del Novecento. generali di vendita, Condizioni Dopo aver vagato per decenni fra migliaia di miti, di fiabe, di trame, si è rivolto a quell’unica storia che per ciascuno di noi è la più segreta ed enigmatica: la propria. E la memoria è come un ago a forma d'albero che insieme raccoglie e rilega tutte queste foglie-pagine, nel luogo in cui la lingua compone con maestria l'intatto e l'ignoto, le bacchette perdute e i portoni del domani, un vecchio concerto ancora vivo nei timpani e gli odori di una serata che non potranno sparire. Bello e con una prosa piena, elegante, d’altri tempi, difficilmente noiosa. L'inserimento a carrello non è andato a buon fine, si prega di riprovare in un secondo momento. Informativa Un ulteriore elemento di rottura è portato proprio dai suoi genitori, che, con le loro aspirazioni alla cultura (in opposizione alla tradizionale pratica familiare del commercio, tema che verrà più volte ripreso da Canetti nelle sue opere) e attraverso un continuo volgersi all'Occidente (rappresentato da Vienna, che comincia ad assumere sin dalle prime pagine del libro i tratti di topos per eccellenza per Canetti) aprono una frattura nella mentalità locale, quasi stagnante in un lungo Medioevo retaggio della passata dominazione ottomana. Dal turbolento rapporto con la madre, ai frequenti spostamenti attraverso l'Europa, al rapporto morboso con i libri, tutto viene conservato e contribuisce a costruire l'essere canettiano. Libri come questo lasciano un buon ricordo per tante ragioni; tra queste, senz'altro, gli spunti di riflessione su come si cresce e come si dovrebbe far crescere un figlio. Traduzione di Amina Pandolfi, Renata Colorni Adelphi eBook 2017, pp. {{addToCartResponse.SelectedProduct.Publisher}} Informativa Recensione di Samuele RossiA cura del Master Professione editoria cartacea e digitale, Condizioni Bellissima autobiografia dei primi anni di vita di Elias Canetti, si va dalla nascita fino all’adolescenza. Si guarda anzi con un po' di invidia alla precoce iniziazione alla conoscenza dei classici della letteratura e allo studio delle lingue, soprattutto guardando indietro alla propria esperienza personale. Dal 24 gennaio al 5 dicembre 2019, alla Biblioteca Delfini, in corso Canalgrande 103, lettura a puntate dalle pagine autobiografiche della Lingua salvata Storia di una giovinezza. Di fronte a noi, sul nostro stesso piano, si apre una porta e ne esce un uomo sorridente che mi si … di Autoregolamentazione Netcomm | + 3,85 € Spedizione, Gaia la libraia Un Canetti ormai cresciuto ripercorre le vicende di vita che lo hanno portato a diventare se stesso.Sin da principio,fra le schegge lucenti e malinconiche di una infanzia che riaffiora vivida e reale,si delineano quelli che saranno i cardini della formazione adolescenziale di uno dei più grandi scrittori del Novecento:lo sconfinato amore per la letteratura,una sensibilità e un acume senza pari,l'inappagabile necessità di ascoltare e raccontare storie.Egli ripercorre la sua infanzia e adolescenza indissolubilmente legate a 4 città europee,Rustschuk,Vienna, Manchester e Zurigo,con le proprie culture eterogenee e iridescenti,ognuna delle quali darà un apporto tutto particolare alla prematura maturità del ragazzo.Altrettanto fondamentali saranno le uniche e ineffabili figure della madre Mathilde e del padre Jacques, entrambi ebrei di nobile spirito con una forte vocazione artistica e genitori straordinari.Ma Canetti sarà messo a dura prova da una tragedia che porterà lutti infiniti alla famiglia,dopo una maledizione e un accesso di gelosia,che legheranno morbosamente madre e figlio.Proprio ella ammetterà,in un attimo di debolezza,che la propria disgregazione psicofisica altro non riflette se non la dissoluzione dell'impero asburgico e la fine della gloria per la sfavillante Vienna,scrigno dei sogni e della gioventù dei genitori di Canetti e di un pezzo importante nella vita dello scrittore.Alla fine sarà di nuovo la madre a spezzare l'incantesimo zurighese devastando subitamente le solide sicurezze che il giovane Elias si era faticosamente costruito.È la cacciata dal paradiso,il peregrinare deve ricominciare,alla volta della Germania maciullata dalla guerra, cosicché il giovane possa comprendere la vera vita di sofferenza e astrarsi dal mondo favoloso ma finto dell'arte;in quell'istante si frantumerà per sempre il legame che ha cementato due anime per 16 anni. {{addToCartResponse.SelectedProduct.FileSize}}, 35° Chi ha salvato la lingua dalla corruzione operata in modo sistematico quanto tenace nei dodici anni in cui entro i confini del Reich tedesco si parlava la lingua … sociale € 1.054.852 i.v. Dopo aver letto il libro La lingua salvata.Storia di una giovinezza di Elias Canetti ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. Elias Canetti: La lingua salvata [www.tecalibri.it] Indice PARTE PRIMA: RUSTSCHUK 1905-1911 Il mio più lontano ricordo 13 Orgoglio di famiglia 14 «Kako la gailinica». Ma niente, niente,è all'altezza del grande amore per la madre, immensa elegia che qui si dona senza freni. Verifica se è attiva la promozione collegata e le modalità di acquisto, {{addToCartResponse.SelectedProduct.Media}} Eccellente esempio di prosa autobiografica. 4.0: Stile . La lingua salvata - Elias Canetti Scheda del libro "La Lingua Salvata" dell'autore Elias Canetti con analisi dei personaggi, della storia, del tempo. Straordinaria la lucidità dei ricordi, fin dalla primissima infanzia; intensi i suoi rapporti con i genitori e le persone del ricco repertorio che lo circondano, in un ambiente fatto di molte lingue, culture, tradizioni. Storia di una giovinezza è la prima parte dell'autobiografia di Elias Canetti che continua con Il frutto del fuoco e Il gioco degli occhi come il Bildungsroman per eccellenza dell'autore ebreo bulgaro. IBS è una società soggetta a direzione e coordinamento di EFFE {{addToCartResponse.ListPriceFormatted}} Storia di una giovinezza è la prima parte dell'autobiografia di Elias Canetti che continua con Il frutto del fuoco e Il gioco degli occhi come il Bildungsroman per eccellenza dell'autore ebreo bulgaro. una gioia trascorrere il tempo insieme a Canetti. La lingua salvata La biblioteca di Repubblica - Novecento, 45. di Elias Canetti | Editore: Gruppo Editoriale l'Espresso Voto medio di 1629 4.244014732965 | 189 contributi totali di cui 166 recensioni , 21 citazioni , 0 immagini “Il mio più lontano ricordo è intinto di rosso”, scrive Canetti. Importantissimo infatti risulta essere il rapporto con la madre; madre molto forte di carattere ma a cui Canetti sa tenere bene testa, tanto da imporsi per rimanere a studiare a Zurigo e da opporsi ad un progetto di matrimonio che i parenti di sua madre stavano tentando di escogitare. Storia di una giovinezza è un libro di Elias Canetti pubblicato da Adelphi nella collana Gli Adelphi: acquista su IBS a 13.00€! Notevole risulta dal testo l’acutezza intellettuale di Canetti, dall’estrema facilità con cui impara le lingue: dallo spagnolo, lingua della sua infanzia, all’inglese durante il periodo in cui vive a Manchester, al tedesco del periodo di Vienna e poi del soggiorno in Svizzera, tedesco che poi diventerà la lingua con cui scriverà Canetti. d'uso del sito, Informativa Storia di una giovinezza è un libro scritto da Elias Canetti pubblicato da Adelphi nella collana Gli Adelphi Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Più di trent'anni fa, Vive ancora in me, con gratitudine, quell'emozione. Nonostante l'abbia sottolineato, citato, in parte anche discusso, il segreto del mio amore sta - direi quasi tra le sue coltri, ma in realtà - tra le sue pagine, nel non detto. Complimenti a Canetti: un libro da leggere! di Autoregolamentazione Netcomm, Netcomm La lingua salvata. In alcuni punti l’ho trovata un po’ noiosa, tanto da arrivare in fondo alla pagina e non ricordare ciò che avevo letto. Chiedi a Gaia, la tua assistente personale. {{addToCartResponse.SelectedProduct.Media}}, {{addToCartResponse.SelectedProduct.ProductType}}, {{addToCartResponse.PriceWithPromotions}}, Risparmi {{addToCartResponse.DiscountFormatted}}, Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}}, Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}, *Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva, Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto, Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma, Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma, Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto, {{addToCartResponse.SelectedProduct.Title}}, Condizioni